Area anziani e disabili

Interventi di assistenza domiciliare

Il servizio di assistenza domiciliare é una risposta efficace per coloro, anziani e disabili, che, per diverse condizioni socio-psico-fisiche, si trovano in situazioni permanenti e/o di momentanea non autosufficienza e di dipendenza.

Si tratta di interventi che si discostano dai vecchi provvedimenti di tipo assistenzialistico (ospedalizzazione, ricovero in strutture residenziali), spesso inefficaci perché non rispondenti ai bisogni e alle esigenze proprie di ogni singolo individuo. La prerogativa principale di questo intervento é quella di portare il supporto ed il sostegno alle persone in disagio socio-psico-fisico all'interno del proprio nucleo familiare e sociale di appartenenza, contribuendo a mantenere e a rafforzare la relazione familiare e sociale e a recuperare la propria autonomia e indipendenza.

GLI OBIETTIVI GENERALI

Gli obiettivi generali che ci si pone attuando questo intervento in favore degli anziani e dei disabili sono i seguenti:

  • prevenire situazioni di dipendenza precoce e di perdita della capacità di autogestione, compresa la progressiva riduzione degli interessi e della vita di relazione;
  • curare e assistere le persone non più autosufficienti (anziani, disabili, malati mentali) riconoscendo e valorizzando le situazioni di autonomia residua;
  • incentivare un approccio promozionale/progettuale nei confronti dell'assistito;
  • rafforzare l'autostima attraverso il coinvolgimento dell'utente in attività che lo rendano partecipe in prima persona;
  • promuovere ed ottimizzare le modalità di rapporto con l'ambiente esterno raccordandosi con le risorse presenti sul territorio;
  • sostenere e supportare la famiglia, trasferendo tutte le competenze necessarie per la gestione della persona assistita.

GLI OBIETTIVI SPECIFICI:

  • mantenimento e/o potenziamento delle capacità psico-fisiche del disabile;
  • supporto al compito educativo della famiglia e spazio di sollievo nella gestione del disabile;
  • socializzazione ed integrazione del disabile nel proprio territorio di appartenenza;
  • osservazione educativa mirata ad integrare le informazioni dei servizi specialistici invianti;
  • sviluppo della capacità di rapporto e di dialogo nella comunicazione con gli altri, in particolare con i familiari, e della competenza comunicativa (ascoltare, parlare,rispondere);
  • promozione e potenziamento del senso critico e delle capacità logico cognitive nelle varie aree;
  • supporto all’autostima e alla consapevolezza di sé aiutando la persona disabile a scoprire le proprie capacità e abilità per la progettazione del proprio tempo presente e futuro;
  • promozione delle autonomie personali sia nel contesto casa che all'esterno.

►Vedi anche Piani e progetti personalizzati L.162/98